Meglio o peggio del previsto?

Lo scorso gennaio, mentre l’Amministrazione Obama presentava al Congresso il piano di stimolo fiscale, i politici ed i media ci bombardavano con messaggi allarmanti e prevedevano una imminente catastrofe se il governo non avesse fatto qualcosa per impedirla.

Nancy Pelosi urlava che gli Stati Uniti stavano perdendo 500 milioni di posti di lavoro al mese, Obama avvertiva che non potevamo “permetterci di attendere e vedere se le cose miglioreranno” ma che dovevamo “agire subito”. Il team economico presidenziale inoltre aveva appena sfornato un rapporto in cui prevedeva i movimenti del tasso di disoccupazione negli Stati Uniti con e senza il piano di stimolo.


Ora siamo a settembre ed i messaggi sono invece positivi e volti all’ottimismo:


La crisi è quasi finita”, annuncia Obama. Bernanke rilancia: “La crisi sta per finire”. Il Pil si sta comportando meglio del previsto (traduzione: rallenta il calo del PIL), gli Stati Uniti continuano a perdere posti di lavoro ma se ne perdono meno (traduzione: non è un corso di analisi matematica ma non sapevamo come addolcire la pillola. Intanto studiate che a settembre potremmo sfoderare la derivata terza)

Evviva! La crisi è finita, la locomotiva si sta rimettendo in moto, grazie al piano di stimolo di Obama!

Ed i posti di lavoro? Se l’economia va meglio del previsto questo vorrà ben dire che anche la disoccupazione avrà seguito il trend più favorevole, no?


Confrontiamo i dati previsti con quelli reali.


OOPS!


Non solo i dati sulla disoccupazione negli Stati Uniti sono peggiori delle previsioni del rapporto di gennaio ma questo è anche vero per entrambi gli scenari, con o senza stimolo fiscale!

Riassumendo: a gennaio è stato presentato un rapporto economico in cui il team economico di Obama faceva delle previsioni sul tasso di disoccupazione con o senza piano di stimolo fiscale. Queste previsioni si sono rivelate sbagliate ed il tasso di disoccupazione è oggi peggiore di quanto fosse previsto a gennaio in assenza di intervento del governo.

Come al solito gli "austriaci" avevano spiegato già a gennaio perché lo stimolo fiscale non avrebbe funzionato.



3 commenti:

Tommy Angelo ha detto...

Certo che alla Fox hanno una faccia di tolla come pochi: per 8 anni hanno sostenuto Bush, che ha speso zillioni di dollari in due guerre (penso si possano chiamare "government expenditure") e adesso fanno le verginelle inviolate con la boccuzza a culo di gallina "oddio oddio Obama fa la "government expenditure").

Cos'è, hanno eraso la memoria a lungo termine?

Ashoka ha detto...

Ma infatti lascia perdere la Fox, l'importante è quello che dice Peter Schiff

z3ruel ha detto...

Ciao Ashoka. Fai un giro da noi. E' in ballo l'organizzazione di una cena/pizza/raduno fra blogger libertarian:

http://residenclave.wordpress.com/2009/09/07/liberty-dinner/

Facci sapere!